3… 2… 1… Lembas! (ricetta marmottizzata)

Benvenuti nella cucina della Marmotta!
Sta per iniziare il gruppo di lettura legato al Signore degli Anelli #estatenellaterradimezzo e, eccezionalmente per voi, accendo il forno per prepararvi i lembas, conosciuti anche come pane elfico o pan di via.

«Solo gli Eldar sapevano come fare questo alimento. Era realizzato per il conforto di coloro che avevano bisogno di andare in un lungo viaggio in mezzo alla natura o per quei momenti di penuria in cui la vita fosse in pericolo. Solo loro erano autorizzati a usarlo. Gli Eldar non ne davano agli uomini, salvo a quei pochi che amavano, se erano in grande bisogno…»

The Peoples of Middle Earth, volume XII. Capitolo 15, Of Lembas

I tolkeniani sanno che i lembas sono delle pagnottelle molto nutrienti che i viaggiatori portano con loro nei percorsi lunghi e incerti. Hanno anche la caratteristica di mantenersi molto a lungo se conservati avvolti da foglie.
Gli elfi impararono l’arte di cucinare i lembas direttamente da Yavanna, la Vala “dispensatrice di frutti”, responsabile di tutto ciò che in Arda cresce.

La ricetta non è ovviamente farina del mio sacco perché è già tanto se so tagliare l’insalata senza amputarmi un dito: ho cercato in internet e ne ho trovate diverse, molte hanno il burro come base grassa ma io non ne sono fan perciò ho ripiegato su una ricetta che privilegiasse grassi di origine vegetale.
Con questo non voglio assolutamente dire che gli elfi di Tolkien siano vegani o vegetariani: molti di loro sono cacciatori e immagino non lo facciano solo per sport. Lo preciso perché sono in molti a ritenere che queste creature così eteree e legate alla natura siano vegetariane: non lo sono e se volete verificare la cosa (come ho fatto io) vi suggerisco questo articolo di Norbert Spina su Jrrtolkien.it. Direi che la fonte sia la più autorevole in Italia perciò argomento chiuso.

Dicevamo: la ricetta.
Ve la metto qui sotto passo passo e, in fondo all’articolo, incorporo il video Jetsetfork.com che ve la spiega in modo molto elfico.
Mi sono fatta aiutare eccezionalmente dalle mie due elfette Elettra e Atena, non siamo foodblogger, non ho la più pallida idea di come si scriva un articolo di cucina ma ci siamo divertite tanto.

Nota

Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 15/25 minuti a 175°
Vi servono: una ciotola larga, due teglie, un mattarello e un po’ di tazze/bicchieri della stessa misura oppure potete utilizzare sempre lo stesso… a me piace disporre tutti gli ingredienti pronti prima di iniziare.
Non serve la bilancia.

Ingredienti

  • 2 o 3 tazze di farina 00
  • 1 banana matura
  • 1/2 tazza di miele (nella ricetta originale è sciroppo d’acero)
  • 1/4 di tazza di olio di cocco
  • 2 cucchiai di semi di chia (possibilmente bianchi)
  • 6 cucchiai di acqua
  • un pizzico di sale

Procedimento

  • Mettere i due cucchiai di semi di chia nei sei cucchiai di acqua e lasciar riposare per 5 minuti durante i quali si formerà un gel intorno ai semini
  • nel frattempo spappolare la banana con una forchetta. Non la frullerei… se la banana è sufficientemente matura la forchetta va benissimo
  • unire tutti gli ingredienti, per ultima la farina setacciata.
    Nella ricetta di Jet Set Fork sono richieste solo due tazze di farina… con questa combinazione di ingredienti meglio tre, in ogni caso tenetene a portata di mano altra e aggiungete finché non raggiungete la consistenza giusta per stendere la pasta e far sì che non si appiccichi al mattarello.
  • Raggiunta la consistenza si deve stendere la pasta (ricordiamoci magari di cospargere altra farina sul tavolo). Credo che circa 4/5mm sia lo spessore migliore, io l’ho fatto più sottile ma solo perché mi piace una consistenza più secca.
  • in tutte le ricette che girano su internet consigliano di utilizzare un coppapasta quadrato per fare la forma perfetta… trovo che così sia sicuramente molto estetico ma che si sprechi anche troppa pasta perciò ho preferito tagliare direttamente con la rotella per la pizza (si fa anche molto prima).

Stesa e tagliata la pasta a quadrati è importante tracciare una X al centro di ogni lembas prima di mettere in forno per fare in modo che la pasta non si alzi in cottura.

Infornare a 175° per 15/25 minuti: il tempo dipende dallo spessore dei lembas.

Buon appetito!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...